Lo psicologo giuridico utilizza gli strumenti diagnostici e di intervento propri della psicologia e li applica a questioni inerenti il diritto, tenendo in considerazione la complessità e l’interdisciplinarietà del contesto in cui opera. L’oggetto di studio è costituito dal diritto e dall’amministrazione della giustizia e dal rapporto fra individuo, collettività e regole formalizzate della convivenza. La psicologia giuridica è una disciplina che applica la psicologia e la conoscenza dei processi psichici ai diversi aspetti del mondo legale e forense. Così come il diritto, anch’essa opera in ambito civile e penale.

Nella Consulenza Tecnica di Parte Civile, lo psicologo giuridico valuta le capacità genitoriali in ordine all’affidamento dei figli, all’adozione, ma anche consulenze per accertare il danno psichico, il danno esistenziale e la riattribuzione chirurgica del sesso.

  • In caso di Affido

Solitamente nei casi di affido il giudice, oltre che richiedere al consulente psicologo una valutazione dell’idoneità genitoriale e/o un quadro globale delle dinamiche di coppia e di quelle tra genitori e figli; può, inoltre, aver bisogno di indicazioni circa eventuali percorsi da far intraprendere ai soggetti nel tentativo di far migliorare i loro rapporti o richiedere notizie circa il livello di benessere del minore, l’ambiente in cui vive o la volontà del minore stesso in merito al suo affidamento.

  • In caso di Riattribuzione del sesso

Lo psicologo può fornire al giudice informazioni necessarie sullo stato di benessere del soggetto, indicare se sono soddisfatti i criteri per fornire diagnosi di disturbo dell’identità di genere e chiarire se gli interventi chirurgici possano essere indispensabili al miglioramento della qualità di vita dell’individuo stesso.

  • In caso di Valutazione del danno

Le valutazioni di natura psicologica mirano a chiarire la tipologia del danno in questione (biologico di tipo psichico, morale, esistenziale) e a stabilire, per fini risarcitori, un nesso causale tra l’evento subito ed il danno manifestato.

Nella Consulenza Tecnica di Parte Penale, il lavoro dello psicologo giuridico è inerente la valutazione della capacità di intendere e di volere del soggetto e quindi l’imputabilità, la pericolosità sociale, la capacità di rendere testimonianza e l’attendibilità della stessa. Un intervento di questo tipo può essere richiesto anche in ambito penale minorile, nei casi di maltrattamento, abuso e violenza.

  • In caso di Pedofilia
  • In caso di Bullismo
  • In caso di Femminicidio
  • In caso di Trauma
  • In caso di Stalking
  • In caso di Violenza Psicologica e Gaslithing ( manipolazione mentale)

Nelle Valutazioni,

  • Danno
  • Vittimizzazione